Antibiotici e anticorpi

L'anno scorso è stato il primo anno di nido di Matteo. Come è andata? Vi dico solo che non siamo riusciti a fare l'inserimento: dopo 3 giorni stava già male e c'è voluta pure la settimana dopo. Da ottobre a marzo è stato male innumerevoli volte. Non le ho contate ma è stato veramente un nastro continuo! Due giorni al nido e una settimana a casa. E noi siamo stati male insieme a lui. Anzi peggio. Perchè i bambini sono reattivi 10 volte di più alle cure! Insomma è stato un incubo!
Per quest'anno avevo speranze migliori che si sono realizzate. E' stato male solo un paio di volte e - sinceramente- niente di che. Ora, io non credo che tutto dipenda dai lavaggini nasali che ormai si fa da solo. E da quello che vedo dei suoi amichetti di scuola, non è neanche perchè è il secondo anno. Rispetto ai bambini della sua sezione, tutti al secondo anno, lui si è ammalato proprio di meno. Abbiamo anche dribblato il cagotto che girava qualche settimana fa!
Sperando di non tirarmela con questo post, vorrei avanzare un'ipotesi sul perchè. La mia pediatra prescrive gli antibiotici quando ci vogliono. L'anno scorso Matteo li ha presi solo due volte. Ora: io NON sono contraria a prescidere agli antibiotici. Anzi sono contenta che esistano, visto che prima della penicellina la gente moriva per quelle che oggi sono banali infezioni batteriche. Però sono contraria all'uso a tappeto che oggi se ne fa soprattutto con i bambini. A volte dare l'antibiotico accorcia il tempo di malattia, a volte serve, a volte è solo inutile. Io credo che l'uso parsimonioso degli antibiotici l'anno scorso l'abbia raffarzato. Quando è servito, gli antibiotici sono stati di aiuto, ma altrimenti viva il sistema immunitario!
Share on Google Plus

About ...ma la notte no!

    Blogger Comment
    Facebook Comment

28 commenti:

  1. Io sono d'accordo con te riguardo agli antibiotici... anche perchè il corpo si abitua ed ogni volta devi prenderne di più forti. e poi ogni bambino deve farsi gli anticorpi, se gli si danno gli antibiotici per qualsiasi cosa avrà il sistema immunitario debolissimo. e poi non fanno tutto sto gran bene...

    RispondiElimina
  2. Se si possono evitare è meglio. Noi al momento con il piccolo siamo al primo anno di nido, e le sta prendendo TUTTE.

    RispondiElimina
  3. ps.: rollando il mouse...sono finita in fondo alla pagina e ma oggi è il compleanno del tuo bimbo???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sappi che ti sono vicina per il suo primo anno al nido! No oggi non è il compleanno del pupo... si è bloccata la conta! ha fatto 2 anni a novembre! grazie comunque!

      Elimina
  4. bisogna ovviamente affidarsi al pediatra. i bambini poi sono tutti diversi. il mio primo figlio ha avuto bronchite circa5 volte durante il primo anno di nido. anche una tosse insignificante, andavamo dal pediatra e lui diceva "bronchite, deve prendere l'antibiotico". ho un'ottima opinione del mio pediatra e ho sempre rispettato alla lettera le sue prescrizioni, però a volte ho avuto paura che esagerasse. invece in altre situazioni ho visto che è molto equilibrato, se te lo prescrive è perchè deve farlo, altrimenti ti dice che passa da solo. infatti il mio secondo bimbo si è ammalato molto meno del primo, specie di bronchite, e tante volte aveva tossi paurose ma lui diceva di non fare nulla perchè non era batterica. sono quindi d'accordissimo con te, quando ce vò ce vò, e va preso per tutti i giorni prescritti. quello che noto però è che se da una parte ci sono genitori che lo pretendono (come se poi ne sapessero di più del medico), ci sono anche quelli che non li usano affatto magari sostituendoli a rimedi omeopatici. ecco, molto probabilmente nella maggiorparte dei casi l'infezione regredisce da sola, ma a priori come fai a sapere che quella bronchite non possa diventare una polmonite? e poi aggiungo anche un'altra cosa: se non vuoi curare tuo figlio da un'infezione batterica con l'antibiotico, abbi almeno l'accortezza di tenertelo a casa finchè non è completamente passata.
    comunque da un anno all'altro gli anticorpi se li fanno eccome, proprio il mio bimbo che aveva sempre la bronchite il primo anno, dal secondo in poi non l'ha mai più avuta, nemmeno quando aveva catarri da far paura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il parere del medico è FONDAMENTALE! Mi è capito che qualche mamma mi dicesse: eh, aveva tanta febbre e gli ho dato l'antibiotico che se aspettavo il pediatra! Come se i 6 anni + 4 di specializzazione che si fanno fossero per gioco!

      Elimina
    2. Mi chiedo peró tutti i farmacisti complici dove hanno l'etica professionale... Non dovrebbero darlo senza ricetta, eppure capita spesso e olentieri...

      Elimina
  5. Antibiotici sì, ma con moderazione e sopratutto, quando serve!

    RispondiElimina
  6. ah ecco qua il punto.
    guarda, io ho un amica ci ho pure litigato per questa cosa, dvi sapere che non appena il suo figlioletto treenne accenna un colpo di tosse prende la macchina e si fionda dal pediatra...ovviamente quel tipo di pediatra gli prescrive qualcosa.
    pensa che le da antibiotici come fossero carammelle, ma si puo' fare??
    io le dico sempre di apsettare a portarlo,delle volte sta febbricciola dovra' pure sfogare no??
    no lei le la tachi e antibiotici come fossere gelatine da harry potter.
    pazzesco

    RispondiElimina
  7. Concordo. Poi di sicuro c'entra anche la costituzione del bambino. Mia figlia i primi due mesi di nido (iniziato a 7 mesi) era costantemente malata, siamo andati due volte al pronto soccorso (ok, eravamo anche inesperte e spaventati, forse non era proprio necessario), e ha preso non so quanti antibiotici. L'abbiamo tolta da nido, del reso era ormai estate. Al marzo dell'anno dopo è tornata al nido e in 5 mesi ha beccato solo l'impetigine. Alla materna in genere è una delle ultime che becca l'influenza (e nemmeno tanto forte), è stata l'ultima a beccarsi la varicella. Insomma, posso dire che si è fatta certi anticorpi!! E il mio pediatra è sempre molto attento con gli antibiotici. Per quest'anno scolastico ancora niente, sperèm! E sopratutto spero che continui a rafforzarsi!
    Però, sigh, in compenso se c'è un pidocchio nel raggio di un km lei se lo prende di sicuro (è da dicembre che lottiamo con queste bestioline, arghhhh!!!)

    RispondiElimina
  8. Sono d'accordo. Anche per noi quest'anno è andato molto meglio dell'anno scorso, ma lo dico sottovoce visto che la primavera tarda un po' ad arrivare...
    Il nostro pediatra ci va molto cauto con gli antibiotici, e questo è senz'altro un bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si pure io lo dico piano... speriamo di non tirarmela!

      Elimina
  9. Di sicuro hai detto giusto...il sistema immunitario deve fare il suo lavoro. La nostra pediatra è anche contraria a quelle cure che si fanno ad inizio stagione, per stimolare gli anticorpi, però son sincera, noi ogni volta che ci siam presi un'influenza se non era per l'antibiotico, non passava. Mi hanno spiegato che Cestino ha le tonsille molto grandi, un pò più della media, e questo genera problemi maggiori quando viene a contatto con i batteri. In altre parole se l'influenza prende anche la gola, non ci sta niente da fare...solo l'antibiotico può servire, e fino ad ora è andata proprio così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io non son contraria a prescindere! se va soggetto a tonsilliti batteriche c'è poco da fare... si deve "intostare" con l'antibiotico!

      Elimina
  10. Assolutamente d'accordo! Noi niente nido, ma amichette + piscina + fratello/cugina + fine tetta sono stati un mix esplosivi e gli anticorpi ci sono toccati due volte!

    RispondiElimina
  11. Il cagotto ci ha acchiappati a questo giro il nido? Le commissioni sta prendendo tutte confidiamo nella primavera ma dubito che si risolva qualcosa anche per colpa dei destini. Sono stravolta :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fatti forza... la primavera arriverà!

      Elimina
    2. ah ah ah ma cosa ti ho scritto! Speriamo si sia capito il t9 mi farà impazzire un giorno o l'altro :D

      Elimina
  12. noi, primo anno di asilo, 2 anni e 1/2...da novembre (abbiamo cominciato tardi)non s'è mai fatta un mese di fila!!! Il mio pediatra le rifila ogni volta antibiotici: ora, io sono ignorante in materia...però...uffa! non si può fare un tentativo diversamente? spero che l'anno prossima vada meglio, spero che i suoi metodi siano buoni.

    RispondiElimina
  13. Guarda noi siamo proprio nella stessa condizione tua dell'anno passato. Abbiamo cominciato l'asilo a settembre e sono più i giorni che mio figlio è stato a casa di quelli passati all'Asilo. Metteici poi che non gli piace affatto, ogni volta ricominciare è una tragedia. lui si ammala e noi dietro a lui. Stessa situazione anche per gli antibioteci. Segnati e dati una sola volta. Spero che il sistema immunitario sia più clemente il prossimo anno!
    Raffaella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai tutta la mia comprensione! Fatti forza che la primavera arriverà e speriamo pure la voglia di andare al nido! il mio dop oogni vacanza è una tragedia. Poi però passa!

      Elimina
  14. Noi, rispetto alla media, siamo genitori un po' "sui generis" avendo spesso esposto Guu a "rischi" che altri genitori non se la sentono di affrontare, come viaggi e uscite con qualsiasi tempo atmosferico. Anche in questi giorni di neve e freddo, un giretto al mattino e uno al pomeriggio non glielo ha negato nessuno. E se tornava a casa con scarpe e calze fradice perchè aveva fatto fuori e dentro dalle pozzanghere, nessuno si preoccupava più di tanto.
    Ha fatto meno influenze e malattie annesse? Si, anche se qualcuna bella tosta se l'è beccata anche lui. Abbiamo evitato l'antibiotico? Si, perchè siamo genitori che non si agitano alla prima febbre e chiamiamo il pediatra solo quando capiamo che la situazione non sarà facile da gestire. Abbiamo evitato almeno un ricovero in ospedale? Si, ma solo grazie a Marito e al suo modo distaccato di affrontare le malattie, io ero già persa nel mio panico e nella mia preoccupazione.
    Siamo più "europei" nella gestione del nanetto e questo credo sia premiante sia verso il numero di malattie che verso l'uso precoce di antibiotici.
    Conosco genitori che curano solo con l'omeopatia..ecco, io a questi eccessi non riesco ad arrivare, credo nella moderna medicina, ma facendone un uso moderato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pure noi spesso abbiamo comportamenti sportivi con il pupo. Li definiamo "Non dirlo alla nonna!"

      Elimina
  15. Non abbiamo un parere preciso a tale riguardo .... Leo si è ammalato molto al nido ed ora che ha iniziato l'asilo da poco ha fatto 2 polmoniti in un mese pertanto non abbiamo potuto prescindere dal loro uso..... chissà .... a presto

    Lelli Family

    RispondiElimina
  16. Io lo scorso anno mi sono curata una tonsillite con placche senza antibiotici, fra dolori e notti insonni... ma è passata, e non mi è più tornata da allora! (incrociamo le dita!)
    Ai bambini non dò più nemmeno la tachipirina sotto i 39: il corpo deve poter reagire da solo!! condivido appieno il tuo punto di vista.

    RispondiElimina