Mamme verdi. In carriera! (2. percarbonato)

Visto che lo scorso post almeno un po' è stato utile, scrivo questo che credo lo sarà molto di più.
La questione di cui voglio parlarvi oggi è per me molto delicata. Io sono abituata a leggere le etichette dei prodotti alimentari e capirci. Mi aiuta, certo, il fatto di essere un agronomo e la consapevolezza che veramente noi siamo quello che mangiamo. Ma se ci pensiamo bene, non è importante solo quello che infiliamo nel nostro corpo, ma anche quello che ci appoggiamo sopra! Questa consapevolezza cresce quando nasce il primo figlio, tanto da spingerci a comprare saponi specifici per lui. Io ho sempre utilizzato detersivi per il bucato "ecologici" cioè con etichetta ecolabel, pensando di fare bene. Certo rispetto ai tradizionali è meglio per l'ambiente perchè sono un po' più sostenibili, ma non per noi. In tutti i detersivi (pure in quello semplice di marsiglia lo infilano!) e soprattutto in TUTTE le polveri sbiancanti, pulenti c'è però una sostanza che ci fa veramente poco bene, il cosiddetto sbiancante ottico. Che cosa sono gli sbiancanti ottici? Sono sostanze chimiche ad elevato potere allergenico che non agiscono sulla macchia, ma sull'effetto visivo, sul modo in cui l'occhio umano percepisce il capo trattato con il detersivo. Non tutti i capi, dopo il lavaggio, possono diventare "bianchi che più bianchi non si può". Ecco allora che interviene lo sbiancante ottico, il quale si fissa alle fibre e per una "magia" dei raggi UV riflette un colore bianchissimo (come succede con i raggi UV in discoteca). A parte il fatto che se ci pensate bene la cosa non è proprio fighissima, perchè non è detto che quello che vi sembra pulito lo sia sul serio, il problema è legato alla possibilità di sviluppo di eczemi e dermatosi. 
Queste sostanze, inoltre, tendono a depositarsi con effetti negativi nel fegato e nei reni degli animali, e noi non siamo margherite.
Come fare? Oggi vi parlo di come ho sostituito le varie polveri sbiancanti che prima usavo. La prossima volta vi parlerò della soluzione (anzi le soluzioni) per i detersivi. 

immagine dal web
La soluzione alle polveri si chiama Percarnonato sbiancante puro. Io uso anche in questo caso quello di officina naturae perchè da una veloce indagine di mercato mi è risultato quello più economico. 
E' un perfetto sostituto delle varie polveri oxy. Ecco: l'idea di questa serie di post è di non essere di parte. Per cui: no, non è un sostituto perfetto, almeno se abbinato a detersivi naturali. Questo non significa che sia una "sola", ma che richiede un po' di tempo in più. Per il bucato bianco e colorato normale (leggi: "prodotto da un adulto in grado di tenere dritto un cucchiaio o una forchetta e di non sbrodolarsi tutto ogni volta che mangia), è assolutamente equivalente. Pulisce, smacchia e disinfetta perfettamente. Il problema sono le tovaglie e i vestiti del pupo. Non so voi, ma il mio torna dal nido in condizioni pietose ogni giorno.
immagine dal web
Se poi c'è il sugo... le maniche DEVONO sporcarsi a quanto pare! Se la maglietta è bianca, basta fare un pappetta con il percarbonato e strofinare un attimo, lasciando agire circa una mezz'ora. Se è colorata, invece, bisogna mettere a bagno con acqua saponata e perarbonato. Ora, non è che sia una tragedia, ma a me mettere a bagno scoccia da morire. Lo faccio, eh, però in tutta onesta non è come infilare tutto in lavatrice dopo aver spruzzato e via! 
Un modo più veloce per pretrattare ma che deve essere preparato è questo. In uno spruzzino sciogliete qualche scaglia di sapone di marsiglia in 500 ml di acqua (non è necessario che sia distillata, ma se è tanto dura è meglio bollirla!) e tenetelo pronto in casa. Prima di fare il bucato di tovaglie aggiungere 15-30 mg di polvere (a seconda che siano solo sporche oppure molto sporche e vecchie), agitate e utilizzate subito. Fate agire un po' (io massimo per mezz'ora) e fate partire la lavatrice. 
Voi lo avete mai provato?
Share on Google Plus

About ...ma la notte no!

    Blogger Comment
    Facebook Comment

4 commenti:

  1. no, ma...ci proverò! io a volte (cioè quando sono in vena) vado di sapone di marsiglia strofinato con violenza sulla macchia, ma a questo punto voglio provare il percarbonato! :-)

    RispondiElimina
  2. Ecco questo non l'ho mai preso perchè io non uso in generale polveri sbiancanti. Se c'è qualcosa di particolarmente sporco pretratto la macchia con un po' di sapone subito prima di metterla in lavatrice. Però è anche vero che i miei nani non vanno ancora all'asilo e quando mangiano li imbacucco per bene :)))

    RispondiElimina
  3. il percarbonato è fantastico, toglie anche gli odori dalla biancheria. L'ho conosciuto per i pannolini lavabili ma ora lo uso anche per tutto il resto.

    RispondiElimina