Cose che ho capito

Il mese passato non è stato sicuramente il migliore della mia vita, ma neppure il peggiore ad essere sinceri. Diciamo che è stato denso, questo si, e molto istruttivo.
Ho capito che mi son stufata di dover fare,  ma che voglio fare,  che la vita già ci passa il massimo sindacale sopportabile da una persona senza autoinfliggersi gli straordinari.
Ho capito che le cose fatte per dovere mi vengono male anche quando mi vengono bene e la soddisfazione latita.
Ho capito che gentile non significa amico, ne tanto meno coglione.
Ho capito che le storie sul trade off che insegno sono proprio vere, che tutto ha un prezzo come dice Tremotino.
Ho capito che spreco tempo, ma non sempre il tempo perso è sprecato ne tutto quello impiegato è sempre fruttuoso.
Ho capito che quando sei di fronte ad un muro puoi sempre scavare sotto un tunnel. Oppure cerca le scarpe a molla. Perché la migliore opzione tra due  alternative è la terza.  E c'è sempre.
Ho capito che la fatica non è tutta uguale,  e anche la storia degli incentivi è tremendamente vera.
Ho capito che la fiducia tradita forse era mal riposta. Che se mi tiri un bicchiere e si rompe la colpa è tua che me lo tiri ma pure mia che te lo lascio fare.
Ho capito che gli amici sono quelli che ti dicono quando sbagli.  A te non al resto del mondo.
Ho capito che c'è sempre un nuovo inizio.
Ho capito che le parole sono belle, ma i numeri di più, perché in questo sistema 2 significa sempre 2. Che è vero che verba volant e che nessuno ti aiuta di più della mail.
Ho capito che in certe situazioni vaffanculo non è una parolaccia ma una terapia.

Share on Google Plus

About ...ma la notte no!

    Blogger Comment
    Facebook Comment

24 commenti:

  1. Non sarà stato il migliore, ma ti ha fatto capire un sacco di cose importanti, no? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sicuro.. come si dice? non tutto il male viene per nuocere!!!

      Elimina
  2. Piccolo compendio di piccole, grandi verità...

    RispondiElimina
  3. quella sugli amici veri la quoto più di tutte!! sei davvero una tipa tosta cara la "compaesana";-))

    RispondiElimina
  4. e risolve tante questioni!!! Questo post me lo stampo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. addirittura! comunque accetto dritte da aggiungere!!!

      Elimina
  5. "Ho capito che spreco tempo, ma non sempre il tempo perso è sprecato ne tutto quello impiegato è sempre fruttuoso..." ecco, in particolare scelgo questa.Buon novembre :-)

    RispondiElimina
  6. D'accordo su tutta la linea! E no, vaffanculo non è una parolaccia...

    RispondiElimina
  7. E' proprio vero! Se hai capito questo Ottobre è stato un ottimo mese!

    RispondiElimina
  8. Concordo. E l'importante è riuscire a trarre questi insegnamenti dai momenti difficili.

    Oggi mi serviva proprio un post così!

    RispondiElimina
  9. Quella della parolaccia-terapia è fantastica...ma ovviamente quoto anche il resto. Anche io credo che gli amici veri sono quelli che ti dicono la verità, soprattutto se ti dicono se stai sbagliando. Un abbraccio forte!

    RispondiElimina
  10. Brava, hai imparato tante cose sagge. Ma cavolo che periodino che devi aver passato... e chi ti ha tirato un bicchiere?!? e gli hai gridato un terapeutico vaffanxxx?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. putroppo uno me lo son tenuto... ma non ho dubbi che prima o poi uscirà!

      Elimina
  11. Ho capito che mi son stufata di dover fare, ma che voglio fare, che la vita già ci passa il massimo sindacale sopportabile da una persona senza autoinfliggersi gli straordinari.

    Io quoto questa, che è un pò il succo di un mio post di qualche giorno fa (o settimana, perdo il conto) , però anche le altre affermazioni, seconod me, corrispondnon a verità, compresa quella, che condivido in pieno, sulla gentilezza!

    RispondiElimina
  12. Ti leggo da poco e credo di non aver mai commentato, ma...brava! ;)

    RispondiElimina
  13. i vaffanculo li dico anch io e tanti in questo periodo..

    RispondiElimina
  14. Al di là di tutte queste pillole sacrosante, rimane l'ascoltarsi, che è di nuovo sacrosanto, e difficilissimo, almeno per me. Mi auguro non lo sia per te.
    E fanculo a tutto ciò che va storto, tipo il parcheggio che cerchi per la festa a cui arrivi con un'ora di ritardo anche a causa del parcheggio e del traffico! (e non era Roma, ma Bergamo...)

    RispondiElimina