Cose che cambiano

Quando stai per diventare mamma sono tutti li, pronti a dirti che poi niente sarà come prima.
Che poi non si dorme più....
Che poi il sesso cambia...
Che poi lei pensa solo al pupo (questa è per i papà!)....
Che poi non avrai più un attimo per te...
Che poi te lo sogni di leggere un libro....
 E via discorrendo. Come se tu li avessi chiesti, tra l'altro, questi numerosi e gentili consigli.

Metti, allora, che una quasi mamma passi da queste parti. Ti voglio dire solo una cosa: tranquilla!



Si è vero ti può capitare un pupo nannano, ma non è detto: senza sforzo posso pensare ad almeno 10 amiche con 10 bambini che hanno sempre dormito e che prima delle 8 non si svegliano. E poi a un certo punto iniziano a dormire. Non garantisco sulle condizioni con cui tu arriverai a quel benedetto punto in cui iniziano a dormire, ma questo è un altro discorso. E se te lo dico io che a un certo punto dormono, fidati!
Si è vero il sesso cambia, ma sinceramente poi giurare e spergiurare che non sarebbe cambiato senza figli? No, dico, ma chi volete fregare? Il sesso cambia, comunque, perchè i rapporti evolvono. E avere paura del cambiamento è un po' da scemi, o da fifoni.
Tutte possiamo diventare pupo-centriche. O forse siete voi che dovete crescere? (Sempre rivolto ai papà).
SI è vero, il tempo per te cala, drammaticamente! Ma un libro mentre guarda un cartone lo puoi sempre leggere se vuoi. E puoi sempre dire di si a chi si offre di tenerti il pupo per mandarti dal parrucchiere. Si, anche se è tua suocera.

Allora, non è vero niente? Rimane tutto come prima? No, è che le cose da cui ti mettono in guardia passano, altre invece restano. Resta un pensiero fisso per un'altra persona, che non hai mai avuto neanche nella passione più appassionata. Resta la fatica di questo pensiero, che porti con gioia, ma che pesa lo stesso. Resta l'impossibilità di non commuoversi e soffrire con il dolore di un altro genitore, e il sollievo per non aver dovuto sopportare lo stesso, e la quasi vergogna per quel sollievo. Resta l'impossibilità di sopportare il pensiero che qualcuno possa far male ai bambini, non ai tuoi, ma a qualunque. Resta, che sei mamma quando ti alzi e quando vai a letto. Tutto il resto è fuffa!

Immagine tratta dal blog http://blog.setale.me

Share on Google Plus

About ...ma la notte no!

    Blogger Comment
    Facebook Comment

17 commenti:

  1. Mi ritrovo tantissimo soprattutto nella sensibilità e nell'empatia che aumentano a livelli smisurati per altri genitori e altri bambini specialmente quando si sentono brutte notizie in tv.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. peggio ancora quando le notizie brutte le senti da chi è vicino a te!

      Elimina
  2. Hai proprio ragione!
    Tante cose cambiano, ma alcune cambiano decisamente in meglio. E dal giorno stesso in cui diventi mamma lo sarai per sempre...meraviglioso!!!

    RispondiElimina
  3. sono d'accordissimo con te. la vita cambia inevitabilmente, si fanno delle scelte e se scegli di avere un figlio sarai tanto impegnato ma di un impegno che dà grandi soddisfazioni. poi ognuno è libero di scegliere la vita che preferisce, io la mia non la scambierei con nessuno.

    RispondiElimina
  4. Lo dico sempre più faticosa e' la salita, più e' bello il panorama! .....prima o poi dormono, sembra incredibile ma e' così! Mi associo!

    RispondiElimina
  5. Bello e vero: sei mamma, tutto il resto è fuffa

    RispondiElimina
  6. Condivido parola per parola, soprattutto riguardo a ciò che resta, da quando diventi mamma, e a come sia una responsabilità ben accetta, ma pesante. E l'empatia...quella ti spiazza proprio ma arriva anche lei, per fortuna e purtroppo.

    RispondiElimina
  7. mamma dentro e fuori;-))) per me il poter stare accanto a mio figlio, il crescere un po' con lui e accompagnarlo piano piano verso la sua vita di adulto è un grandissimo privilegio che purtroppo non è dato a tutte le donne.....

    RispondiElimina
  8. Lacrimuccia, oggi è una giornata davvero no, grazie per queste parole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. guarda.. passano, le giornate no, intendo! Ti stringo forte forte!

      Elimina
  9. e' bello essere mamma..la mia vita da quando e' nato mattia e' stata stravolta.
    chi lo pensava, in maniera cosi eccessiva.?
    chi pensava che io dormigliona anche fino alle dieci del mattino la domenica avrebbe cambiato abitdine e che si dovrebbe ricredere sulla forza di alzarsi e prepararsi un caffe bollente alle otto..anche quel giorno che tanto amavo..?
    e' un cambiamento fantastico...le mie giornate ora sono vive...grazie a mio figlio..
    e ho tanta voglia di bis, che tu cara non lo immagini nemmeno lontanamente

    RispondiElimina
  10. Tutto vero. Il prima, il dopo, quel che resta. E soprattutto è vero che ogni parola, avvertimento o consiglio indesiderato sono solo della gran fuffa!

    RispondiElimina
  11. Ma quanto mi piace quello che dici, Lucia!!!! :DDDD

    RispondiElimina
  12. Come si cambia con la mammità....sacrosante parole Lucia!

    RispondiElimina