Prime prove di trasloco. #Muoro

Ebbene pare che fra un po' ci siamo. Forse. Speriamo. Visti i precedenti la prudenza non è mai troppa. A fine mese- forse- cambiamo casa. Finalmente! Ovvio, non vedo l'ora. Visto che probabilmente i giorni del trasloco coincideranno con i giorni poco fausti dal punto di vista lavorativo, con il marito ci stiamo portando avanti. Abbiamo iniziato questo fine settimana. Abbiamo riportato a casa dei suoi genitori una libreria che era in camera del pupo. E non era una libreria ikea. Lo dico solo perchè il livello di difficoltà smontaggio- smontaggio è stato notevole, soprattutto perchè il marito poi se l'è rimontata da solo. 
Dopo questo primo week end di preparazione al trasloco mi è chiara una cosa. Non posso farcela a far scatoloni con un pupo quasi trenne in giro. Che sfascia quello che ho fatto. Che smonta quello che deve essere solo imbustato. Che suona la batteria sugli scatoloni. Che tira fuori quello che non deve essere tirato fuori. Verrà fatto un ampio ricorso a peppap pig e a chiunque si offirrà volontario per tenerlo. 
Se avete tecniche di sopravvivenza da suggerire io le ascolto e prendo appunti. 
Share on Google Plus

About ...ma la notte no!

    Blogger Comment
    Facebook Comment

16 commenti:

  1. beh cara...non so da quanto mi segui..ma se non lo sai io ho fatto un trasloco con il pancione di nove mesi...dopo due settimane nasce matti...avevo i scatoloni in casa e poppavo mio figlio..
    un altro trasloco? al momento no grazie...aspetto che mattia compia 18 anni allora ci posso pensare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ammazza! col la pancia e il micro pupo: da morire!

      Elimina
  2. Capire ti capisco appieno. Ma suggerimenti no, non li ho, perchè non so mica se sono sopravvissuta! In effetti noi ci siamo andati giù pesanti con Cartoonito in quei giorni! ;)

    RispondiElimina
  3. 4 anni e mini trasloco in casa delle vacanze per due mesi, e c'era anche la pupa #2 al seguito, di un mese.
    Io avevo i nonni. Uno mi teneva la grande, una la piccola e io inscatolavo, tranne quando allattavo che facevamo cambio.
    Non è stato rilassante.

    RispondiElimina
  4. Basta, per un po' di anni, ho dato: 2 traslochi in 4 anni. Devastanti tutti e due ed ero ancora senza figlia, quindi, rispetto e stima per te!

    RispondiElimina
  5. Mi dispiace, non ho consigli per la sopravvivenza, però sei grande!!!

    RispondiElimina
  6. Ho traslocato diverse volte, l'ultima e' stata qualche anno prima che ci sposassimo, eravamo solo noi, senza figli annessi e con parenti vari a darci una mano, e ho dato di matto lo stesso, con un pupo non so come si fa....si lo so avrei dovuto dire parole di incoraggiamento ma mi sono immedesimata troppo e mi e' venuto fuori questo commento! Sei autorizzata a cancellarlo però!!! ;-))))

    RispondiElimina
  7. io la pupa, al mio trasloco, ce l'vevo in pancia, ottavo mese, per cui non saprei...cioè, saprei che adotterei la tecnica cartoni (peppa, ponyo, cenerentola, pimpa, ecc.) oppure proverei a coinvolgerla...proverei...!

    RispondiElimina
  8. Nonni sitter a tempo indeterminato.
    Le altre soluzioni che mi vengono in mente non sono propriamente legali.
    ;-)

    RispondiElimina
  9. Io sono un po' controcorrente, nessun aiuto (nè TV, nè nonni o amici) e già 3 traslochi con nani, prima solo con la Belva, poi con Belva e pancia, infine con Belva e Vitellino. Che dirti? Tanta pazienza, fatti aiutare da lui, permettigli di fare i pacchi della sua roba, portati avanti con calma, un pacco al giorno o anche meno, quando lui è distratto o dorme ficca dentro alcune cose...poi ovvio la TV può aiutare, ma in questo io sono proprio contraria, per`chè i miei ai traslochi si devono abituare e si imparano ad aiutarmi per me è tutto di guadagnato ;)

    RispondiElimina
  10. Mi ci rivedo tanto nel trasloco che ho fatto a febbraio, scatoloni ovunque e Mattia che tirava fuori di tutto si arrampicava sulle scatole, che sfinimento. La sera eravamo cotti....uff per fortuna un altro trasloco all'orizzonte non c'è

    RispondiElimina
  11. I traslochi sono duri, soprattutto con i quasi treenni ed eventuali zerenni nella pancia...ma alla fine che soddisfazione e che bello trovarsi in un posto nuovo in cui far emergere il nostro lato interior designer!
    E poi è un'ottima occasione per liberarsi del superfluo, il che comporta un bel senso di benessere e leggerezza

    RispondiElimina
  12. Leggo solo ora, scusami... Chissà come va... Io l'ho appena fatto, o meglio l'ho fatto a settembre, è una mazzata, ma si supera. Spero che stia andando tutto bene.

    RispondiElimina