La principessa di Ghiaccio

Non è estate se non leggo un noir del nord. E' così non c'è niente da fare! In principio fu Uomini che odiano le donen e da allora, ogni anno, in estate leggo almeno uno o due noir- gialli svedesi. Camilla Lackberg rispetto agli altri autori che conosco, ha uno stile un filo più morbido, a metà strada tra Larsson  e Mankell. Devo dire che mi è piacuto molto, e soprattutto il finale ha un buon ritmo. Per il resto il clichè del romanzo svedese c'è tutto: freddo e buio, qualcosa di torbido, un delitto legato al sesso, il tema della violenza sulle donne. Il romanzo è ben costruito la trama non banale, anche se in alcuni punti si può capire bene dove l'autrice vuole andare a parare! In altre parti, invece, fino alla fine non vengono scoperte tutte le carte.

Una cosa che mi ha stupito è che l'autrice fa lamentare i proprio protagonisti per il livello dei servizi che eroga lo stato. No, parliamone...

Questo post partecipa al Venerdì del Libro di Home Made mamma Homemademamma.
Share on Google Plus

About ...ma la notte no!

    Blogger Comment
    Facebook Comment

15 commenti:

  1. Anche io adoro i noir (forse c'è dentro anche un pò di deformazione professionale) ed ultimamente mi sono buttata su Massimo Carlotto ma mi segno questo titolo. Grazie!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e io vado a cercarmi Carlotto: di scrittori noir italiani ne conosco pochi!

      Elimina
  2. Leggerei il libro solo per le lamentele...da non credere!

    RispondiElimina
  3. una curiosa fuori dal post, quanto ci metti di solito a leggere un libro..?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dipende! questo abbastanza poco per i miei standard attuali... tipo 10 giorni. Di solito di più... una volta mi facevo fuori almeno un paio di libri a settiman!

      Elimina
    2. evvai grandeee.
      io per uno una volta me lo sono gustato in due giorni.
      eh ma non ero ancora mamma..

      Elimina
  4. A me non ha entusiasmato, però io non sono una grande amante dei noir....Uomini che odiano le donne a parte!
    È comunque scritto bene e concordo con la presenza dei cliché svedesi....

    RispondiElimina
  5. Ciao carissima, ti ho conosciuto grazie all'iniziativa di Kreattiva; il tuo blog mi è proprio piaciuto, così sono diventata tua follower. Se vuoi passa da noi su Frizzi e Pasticci: http://cecieviola.blogspot.it/. Ti aspettiamo!

    RispondiElimina
  6. Uh uh, interessante! Uomini che odiano le donne mi è piaciuto molto, anche se aveva un andare un po' lento...grazie del consiglio!

    RispondiElimina
  7. ciao arrivo da Kreattiva e sono diventato tuo follower
    http://consiglidirocco.blogspot.it/
    ti aspetto, a presto!

    RispondiElimina
  8. Ciao! Ho il piacere di conoscere il tuo blog e mi unisco subito ai tuoi follower! Ti aspetto da me se ti va di unirti e seguirci a vicenda, fammi sapere (✿◠‿◠)
    http://matrimonioconsponsorcalabria.blogspot.it/

    RispondiElimina
  9. Questo, che è il primo della Lackberg, non l'ho letto, ma gli altri sì, e li adoro. In questo momento mi manca poco per finire "L'uccello del malaugurio" e, credimi, non vedo l'ora che venga stasera per immergermi nelle pagine.
    Se ti piace l'impronta nordica ti consiglio Indridason: è islandese (più nord di così...) ed è incredibile.

    RispondiElimina
  10. allora me lo segno 'sto islandese! intanto finita educazione siberiana mi do al profeta!

    RispondiElimina
  11. Ciao
    grazie per aver partecipato all'iniziativa su kreattiva, sono un pochino in ritardo :-) ma felice di farti un salutino anche se veloce ciao rosa di kreattiva

    RispondiElimina