Mammeressiche

Questo è il post più difficile che io abbia mai scritto, per cui: iniziamo, senza girarci troppo intorno! 

L'altro giorno Michela di mammaeconomia ha condiviso questo articolo della 27°ora. E ho avuto un brivido. Inizio da lontano con calma. Per me non è così facile, ma ormai tutto è superato, per cui...
Io non sono mai stata una ballerina. Non nel senso che non ho fatto mai la ballerina, ma che non sono mai stata una di quelle bambine magre e longilinee. Ma non me ne sono mai fatta un problema: ero una bambina e avevo fame. Tutto qui. Poi è arrivata l'adolescenza e un commento cattivo, stupido ma cattivo, che resta il segno. E ho iniziato a non mangiare. Non sono mai stata anoressica, davvero! Lo dico per rispetto a tutte le ragazze che lo sono o lo sono state. Ho smesso di mangiare per un po', un annetto. Sono arrivata a pesare 52 kg vestiti. E per vestita intendo con indosso una salopet di jeans, un maglione lungo e pesante fatto a mano, un lupetto pesante e gli anfibi (si le calorie si chiamano così perchè servono e scaldano!). 
immagine dal web
Insomma... ho perso diversi chili e poi è passata. Per diventare peggio. Peggio perchè non sono mai stata anoressica ma so come è fatta la bulimia. Purtroppo. Non so dire perchè ho iniziato, ma so quanto è stato diffile uscire. Le abbufate e i sensi di colpa, nei periodi bui. Ma anche il mangiare normale e sentirsi in colpa lo stesso. E' durato tanto ed uscirne non è stato facile: per niente. Ma ne sono uscita. Con molta fatica. 
Perchè dico questo? Facile: quando son rimasta incinta ero terrorizzata di non farcela. Di non vedermi più nello specchio. Durante e dopo. Soprattutto dopo. Di non essere più quella io che difficilmente avevo imparato almeno ad  accettare. Sapevo anche però che i chili di troppo valevano la pena, così come le nausee: avrei avuto un figlio. Ma ero terrorizzata, perchè sapevo bene che cosa poteva significare riaprire quella porta chiusa e murata da tanto ma non troppo tempo! E ho provato a non pensarci per tutti i 9 mesi della gravidanza. E non c'ho pensato, ma un piccolo pezzetto dei miei pensieri era sempre li... torneranno i fantasmi? Beh, vi tranquillizzo: non sono tornati. Nonostante i 10 kg di più, nonostante le paranoie con me stessa, nonostante le fisse sulla pancia che non è e non sarà mai più come era prima. E non mi interessa. O almeno... non troppo. Badate: non è che mi guardi alla specchio e mi trovi una strafiga. No decisamente: chiedete al marito, se non fidate. Ma non mi interessa troppo, mi sembro comunque... graziosa. Non so come spiegare... come se avesse raggiunto una "pace dei sensi" legata al mio peso e alla mia forma.
Leggere l'articolo linkato sopra mi ha fatto... male, strano... non lo so... mi ha fatto pensare. E voi? Che ne dite?











Share on Google Plus

About ...ma la notte no!

    Blogger Comment
    Facebook Comment

12 commenti:

  1. da quando ho avuto mattia sono piu' magra di prima...e meno male..
    ero ingrassata venti kili in gravidanza ma ti dico che mi abbuffavo tANTO. quando poi e' nato non mi sono piu' piaciuta quindi iniziai a buttarli giu' dal primo giorno ...ora sto bene.
    se tornassi indietro non metterei piu'tutti quei kili cercherei come ha fatto una mia amica gia' grassina a mantenermi in forma anche incinta...e si puo' eh..basta solo non ecceddere con le schifezze e fare attivita' fisica...

    RispondiElimina
  2. Bè complimenti. Complimenti per esserne uscita, complimenti per aver avuto la forza di affrontare la gravidanza, complimenti per aver avuto il coraggio di raccontarlo a tutti noi...io ho preso in entrabe le gravidanze 20 chili, ma sono scesa subito grazie all'allattamento, però sono piena di smagliature, che mai riuscirò a togliere e sinceramente guardarle mi fa sentire un po' maluccio, ma poi guardo loro e passa tutto...o quasi!!! ;)

    RispondiElimina
  3. Ho sempre avuto un rapporto molto difficile con il mio corpo e con il cibo, e c'è stato un periodo, ed ero già grande, in cui per poco non ho rischiato davvero l'anoressia: non mangiavo quasi nulla, andavo in palestra sette giorni su sette (praticamente ci vivevo dentro), e mi consumavo giorno dopo giorno. Poi è arrivato Lui e ho fatto un po' di pace con me stessa.
    Anche se, ad onor del vero, rimane storica quella volta in cui, incinta da poco di Chicca, iniziai a piangere disperata nel camerino di un negozio perchè non mi stava niente, mentre Lui mi guardava come fossi pazza.
    Ora cerco di non pensarci troppo, la 42 ormai è andata e sotto sotto è anche meglio così!

    RispondiElimina
  4. Complimenti per averci raccontato un pezzo di te che deve essere doloroso da ricordare.
    Non ho mai avuto grossissimi problemi col mio corpo, certo sono circa 10 kg più del peso forma e ora che sono a termine non mi peso più :) e non mi riconosco più nello specchio, mi vedo sterminata! Ma sono grata al mio corpo di essere in grado di contenere la vita, di darle la luce e di produrre latte (ancora a pensarci mi fa strano! Latte?) che a pensarci sono compiti giganteschi che la metà della popolazione, intendo i maschi, nemmeno può sognare. Allora al mio corpo riesco a perdonare di essere flaccido e grande. Ci sarà il tempo per la dieta, un po' meno per la palestra; dopo la prima pupa ho perso 10 kg in un anno perché non dormivo più (risvegli frequenti, anche 7-8 per notte) e preferirei evitare di ripassare per quella "dieta", anche se alla fine ero un figurino :)

    RispondiElimina
  5. Grazie per aver condiviso questo tuo ricordo..anche io non sono mai stata anoressica ma anche io ad un certo punto sono dimagrita troppo e avrei continuato se quella testarda di mia madre non mi avesse remato contro in tutti i modi (ero arrabbiata con lei e non capivo, ora so che mi ha aiutata tantissimo) e se non avessi amato tanto la montagna. Perchè se mangi troppo poco non stai in piedi, figuriamoci andare a fare una bella gita in ghiacciaio!
    Non sono finita nella bulimia ma non ho anocra un rapporto ottimo con il mio corpo e la gravidanza non ha aiutato. Posso immaginare ciò che hai passato e non posso che essere felice per il traguardo che hai raggiunto, anche senza la taglia 40/42!
    Ora vado a leggere l'articolo di cui parli!

    RispondiElimina
  6. ecco, letto l'articolo e torno.
    Non so cosa pensare. A parte i giudizi sulle pancie altrui, del tutto inutili perchè il n. di kg non significa nulla, a me questa "tendenza" fa solo tristezza. Tristezza che per alcune donne il proprio corpo conti solo per l'estetica e non per le sue funzioni e come contenitore della mente. Tristezza perchè evidentemente, sentono e sentiamo tutte una pressione ad essere magre sempre e comunque che non dovremmo sentire. E forse contribuiamo anche a crearla.

    RispondiElimina
  7. oggi è giornata di post rivelatori...
    non ho mai sfiorato nè l'anoressia nè la bulimia, ma la depressione sì, per due volte e la prima a soli 13 anni, e gli attacchi di panico pure, a 20, ma questi ora sono solo un ricordo, l'ultimo nel 2007 e va bè gli attacchi d'ansia che però ad oggi gestisco divinamente e che ormai sono rari.
    Tanti complimenti per esserne uscita, so che è una guerra durissima anche se non immagino quanto realmente non essendoci passata.
    Credo che la maternità in certi casi faccia miracoli, per me è stato così e vedo anche per te.
    Sul mio corpo che dire, sono in sovrappeso estremo, non mi piaccio ma non riesco a stare a dieta, la seconda gravidanza mi ha dilaniato la pancia che ora è floscia e piena di rigoni da altri probabilmente considerati orrendi, ma quando la guardo quel che più mi scoccia è la ciccia perchè dovrei magiare un pò meno ma quei segni diventano meravigliosi se penso che sono il frutto della fatica fatta per avere la mia seconda gioia.
    Con calma leggo l'articolo e poi ricommento.
    E comunque brava! sei stata una grande a non lasciarti completamente ingoiare <3

    RispondiElimina
  8. ciao ti ho conosciuta tramite l'iniziativa di spicchi di gusto e mi sono unita ai tuoi lettori. complimenti per il blog. se ti va passa da me http://manidifatacreazioni.blogspot.it/
    https://www.facebook.com/pages/Mani-di-Fata-Creazioni/112875615569386

    RispondiElimina
  9. Arieccomi... letto e cosa penso? che le donne dello spettacolo ci stiano negativamente influenzando e che stiamo dando troppa importanza a un semplice involucro. loro tuttavia fanno dell'immagine il loro lavoro e per contratto devono essere in forma, questo dovrebbero far capire che per loro è lavoro anche questo.
    noi madri-comuni dobbiamo trasmettere ai nostri figli dei valori veri non l'importanza dell'apparire a tutti i costi, anche della salute. sono schifata da questi messaggi sbagliati che portano all'aumento della diffusione dei problemi legati al cibo e al fisico tra giovani e meno giovani.
    a me tutti mi stanno continuamente a dire che sono diventata una botte, sì è vero e spesso non mi piaccio ma dietro ci sono stati mesi duri e questo a nessuno importa perchè CONTA L'APPARENZA, TU STAI BENE, SEI FELICE, HAI TUTTO, NON PUOI STAR MALE, E DIMAGRISCI CHE COSì FAI SCHIFO. ma vaffanc...!!!

    RispondiElimina
  10. che dire? Grazie! Grazie a chi ha letto e a chi ha commentato... è stato importante per me parlarne anche qui! Grazie!

    RispondiElimina
  11. Arrivo tardi: grazie di esserti aperta. So che è doloroso e difficile perché io ce le ho avute tutte: anoressia, bulimia, depressione, attacchi di panico. E non ne sono fuori del tutto. Sull'articolo in questione i media sono dei criminali: tutti a glorificare quanto è in forma Belen quando una mamma normale ci mette un po' a riprendersi. Io dopo dieci giorni dal parto ero già secca come prima della gravidanza, ma appunto io avevo un problema grande come una casa e ringrazio il cielo che ho potuto concepire, partorire e allattare. In qualche modo il mio inconscio mi ha dato una regolata, ho preso quasi 9kg partendo da un sottopeso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a voi per il ritorno! Come sai parlarne è difficile, ma una volta che inizi diventa quasi un obbligo. Però rimane la paura della reazione altrui, il bisogno di essere comprese.

      Elimina