Mamme green. In carriera! (6: la spesa)

La spesa: se vogliamo essere sostenibili non possiamo esserlo a prescindere da dove compriamo quello che mangiamo. Ora, io in tutta onestà, non ho da insegnare niente a nessuno. Ma proprio nessuno. Ho abbandonato da tempo la classica spesa settimanale, perchè il venerdi o il sabato non ci riesco. Ne faccio una più grande delle altre, ma più o meno ogni due tre giorni sono li. Seguo però alcune piccole regole minime per non essere proprio una pessima acquirente. Ve le giro e se voi ne avete altre suggeritele sotto. Giusto per rassicurare tutte: almeno qualcosa si può sempre fare, anche se si corre.


1° La stagionalità
Questa è una cosa che mi vien facile. A casa mia si è sempre mangiato frutta e verdura di stagione, per cui se vedo le fragole a febbraio sul banco ortofrutta mi fanno senso. I prodotti di stagione hanno un sapore migliore, ma sono anche più sostenibile perchè serve meno energia per realizzarli ed è più probabile che provengano dal territorio (non è detto!). Se avete dubbi vi do una mano. 

Certo mangiare secondo frutta e verdura significa saper cucinare tante cose diverse. Può essere un dramma, una sfida interessante o una scoperta di nuovi gusti. Dipenderà dallo spirito con cui lo facciamo!
















2° Programmare
Se sai quello che mangerai durante la settimana sprecherai meno cibo. E si, perchè se vogliamo essere sostenibili almeno dovremmo cercare di non sprecare l'acqua e l'energia contenute nel cibo. E allora facendo un programma di massima sul cosa mangiare a pranzo e a cena possiamo programmare la spesa ed evitare di buttare cibo avariato. Piccola parentesi. Come agronoma vi voglio dire che la scadenza dei prodotti è indicativa, e per alcuni più di altri! Il miele o lo zucchero, per esempio, non scadono. Idem per il sale. Sono conservanti! Però per legge deve essere presente la scadenza. Gli yogurt e gli alimenti fermentati lo stesso. Fermentano! Sono alimenti vivi, non scadono, ma possono inacidire, certo. Dubito che però lo facciano allo scadere della mezzanotte. L'importante è conservare bene!

3° Più bio e più vicino
Non tutte le settimane (per ragioni solo organizzative!) acquisto prodotti bio da un gas (GASTONE). Non tutti si trovano bene con i gruppi di acquisto, perchè trovano i prodotti poco freschi. Io pure finora non mi ero trovata tanto bene. Avevo trovato qualche gas, ma non mi trovavo bene: troppo cari per la qualità offerta! Poi ho scoperto GASTONE e soprattutto il loro fornito, la Fattoria Il Lombrico Felice. Mi trovo benissimo con i loro prodotti perchè sono veramente freschi e mi durano tantissimo. Non è facile trovare un produttore di fiducia, ma fare qualche tentativo... perchè no?

Ecco, questo è il mio stretto indispensabile: avete altro da suggerire?













Share on Google Plus

About ...ma la notte no!

    Blogger Comment
    Facebook Comment

9 commenti:

  1. Grazie Lucia!!! Utilissime quelle tabelle!!! Visto che sei di queste parti anche tu, ti segnalo questa iniziativa. Se ti capita e hai tempo, quando passi perPonte San Giovanni esci e vai verso Torgiano. Fatti pochi metri sulla destra inizia una distesa di campi coltivati. Ce ne è uno molto grande, dove ci si può fermare a raccogliere da soli, quello che c'è è lasciare poi una "specie di offerta" su una cassetta li vicino. A volte ci trovi pure il proprietario. Si ferma un sacco di gente ed e' pure divertente farlo. Scendi ti metti li e raccogli (fagiolini, insalata, zucche....) a seconda di quello che hanno piantato e che c'è in quel momento. Se ti capita facci un salto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sapevo che ci fosse un'azienda che facesse pick by your self da queste parti! ottimo... ora mi informo anche per sapere meglio chi è!

      Elimina
    2. So che ce n'è pure un'altra sulla zona di Balanzano ma non li conosco e non ci sono mai stata li. Tienimi aggiornata!!!

      Elimina
  2. Ciao, grazie per le tabelle, sono molto utili!
    Anche io cerco di fare come fai tu, programmare cosa cucinare in settimana, utilizzare frutta e verdura di stagione, mi aiuta a fare la spesa una volta a settimana e a non fare sprechi, purtroppo di tempo ne ho ben poco e se non facessi così sarebbero troppe le volte che chiamerei la pizza a domicilio! E soprattutto è utile per variare i piatti e consumare diversi tipi di vegetali ogni giorno!
    Ciao e buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai totalmente ragione! Buona giornata anche a te!

      Elimina
  3. Io direi che bisognerebbe imparare ad usare i cosidetti "scarti", come gambie e foglie del broccolo, bucce e semi di zucca, pane vecchio...io lo sto facendo da un po' e devo dire che mi si è aperto un mondo! Tutto si può riutilizzare, anche al di fuori della cucina, per esempio i gusci delle uova sono ottimi come fertilizzanti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. verissimo! mi son dimenticata il capitolo avanzi e quello scarti!

      Elimina
  4. queste tabelle le voglio pure io a casa mia.

    RispondiElimina
  5. Un'idea che ho letto (che non riesco mai ad applicare, avendo delle bocche fameliche in casa), è quello di congelare ogni avanzo, anche porzioni minuscole, e scongelarle tutte insieme così da avere comunque una cena sufficiente per tutti!

    RispondiElimina