From Cork with love III (e qui la finiamo!)

Ultima tappa!
Molto vicino a Cork (15 minuti di autobus più o meno) c'è il Castello di Blarney, una rocca forte medievale dove si narra sia posta la pietra dell'eloquenza. Ora, questo castello era tra le cose che di più volevo andare a vedere insieme al giardino. Soprattutto volevo vederlo con il sole ed evitare di trovarmi nella stessa situazione meteo di quanto siamo stati al Egeskov in Danimarca in viaggio di nozze. 
Per questo ho monitorato le previsione del tempo tutta la settimana. Tutta. Le date utili potevano essere sabato o domenica. Sul sito della bbc per domenica davano sole e parzialmente coperto. Su meteo.it, invece, pioggia, pioggerellina e coperto senza possibilità di schiarite. Ecco io mi sono fidata della bbc, perchè cavolo la bbc è seria, è inglese e loro sono fissati con il meteo no? Beh... ho sbagliato. Decisamente!



iTempo di melma a parte, il castello e il giardino sono molto belli! Non sono riuscita a salire in cima alla torre per baciare la pietra, ma tanto io di chiacchara ne ho in abbondanza, per cui... C'era troppa fila, nonostante il tempo.



Matteo s'è molto divertito in giro per il parco. Almeno finchè non s'è addormentato e si è fatto portare a spasso sul passeggino sotto la pioggia. Sotto la calottina ovviamente, ma se ce vedevano le nonne... nella migliore delle ipotesi finivamo diseredati!















Questa sopra è la casa di Blarney dentro il parco: pare quasi la casa del conte Dracula con il cielo cupo!





Questo è il giardino delle felci: una cosa fantastica! La foto non rende troppo!



















Per ora con le foto la finisco qui. Quel giorno ne ho fatte un botto hai fiori: erano così... fiorosi! Coloratissimi e perfetti. Ma ve li risparmio. Se volete potete vedere altre foto sulla neonata pseudo pagina del blog su facebook. Io e faccia libro non andiamo troppo d'accordo, ma volevo partecipare alla staffetta dei blog, per cui... Se volete la pagina è questa https://www.facebook.com/lucia.malanotteno (dopo metto il link qui accanto!). 

Ultima nota prima di finire. A cena abbiamo mangiato sempre a casa, visto che a pranzo eravamo sempre in giro. Sempre tranne sabato: avevamo deciso di mangiare in un pub. Magari l'Old Oak. Nonostante alcuni giudizi su Trip advisor, io la prima volta che ero stata a Cork me ne ero innamorata. E' grande, spazioso e soprattutto suonano spessissimo da vivo. Cosa che apprezzo sempre molto. Ora questi erano i piani, ma sabato pomeriggio c'era una partita di calcio (o due? Boh!) e a quanto pare tutti avevano ben pensato di andare a vederla al pub e de magnasse tutto!!! Niente, i pub alle 7 e 10 di sera erano già tutti senza più roba da mangiare!!! Così siamo finiti al ristorante Market Lane. Se mai andrete a Cork nella vostra vita ve lo consiglio! E' molto carino, si mangia bene (piatti tradizionali, eh! Ma buonissimi!), ci sono un sacco di scelte per i vegetariani (io non lo sono ma apprezzo!) e per i bambini! Appena arrivati hanno portato pastelli e disegni da colorare per Matteo e l'ordinazione per lui è arrivata subito, ma anche le nostre a dire il vero. In più, la cena che abbiamo scelto per lui era paracula. Mi spiego: sembrava pollo fritto e patatine fritte, invece era tutto cotto al forno (il Patato si è fatto fregare, ma si sentiva che non era roba fritta!).
Con questo finito: vi è piaciuto il tour?

Share on Google Plus

About ...ma la notte no!

    Blogger Comment
    Facebook Comment

3 commenti:

  1. Si', piaciuto moltissimo! Lo so che stare sempre sotto la pioggia non e' proprio il massimo, ma ti assicuro che avrei volentieri scambiato il clima irlandese con l'afa di qua, almeno per un po'.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sullo scambio con il caldo torrido ti do ragione!

      Elimina
  2. meraviglioso. grazie per questo giro virtuale a cork!

    RispondiElimina