i-read: Il Paradosso terrestre

Parola d'ordine per questo libro è leggero. E' piccolo, e quindi molto leggero da trasportare, è scritto in modo rapido e veloce, quasi colloquiale, uno stile molto leggero, tratta argomenti anche poco simpatici e casi umani, direi, in modo leggero!
Conosco Marco Presta più che altro come presentatore radiofonico e lo trovo grandioso insieme a Dose! Adoro il Ruggito del coniglio! Dei due è quello con la bottuta più pronta. In veste di autore mi mancava proprio e l'ho trovato adorabile. Il libro è una raccolta di racconti, il che può non piacere (so che editorialmente non sfondano di solito!), ma se avete un bimbo piccolo che non vi manda a letto presto, e comunque dorme poco, fidatevi: è il libro per voi! I racconti sono brevissimi, e neanche la cecagna* più nera vi potrà impedire di leggerne almeno due a sera! Tutti i racconti girano su temi attuali e contemporanei, sull'assoluta spersonalizzazione e indurimento che ormai ha colpito (si, come se fosse una malattia) troppe persone anche magari a noi vicine!
Ve lo consiglio perchè merita... se vi fidate. E poi con questo caldo ci vuole qualcosa di leggero, no? Niente abbuffate! Tra tutti i racconti Crisi di coscienza e Il racconto perfetto sono due schegge di umorismo agro e amarognolo da non perdere. Il racconto che da il titolo alla raccolta, invece, piacerà a chi ama gli animali e che ha intuito che qualcosa non va! 


* dicesi cecagna quando hai così tanto sonno da non vederci più.

(con questo post partecipo al venerdi del libro di homemademamma)
Share on Google Plus

About ...ma la notte no!

    Blogger Comment
    Facebook Comment

5 commenti:

  1. Sìììììììììììì! Anch'io sono una fan del Ruggito e di Presta in particolare!!!!
    che simpatica idea mi hai dato, guarda vado a prenderlo stamattina stessa perchè sto facendo scorta per l'estate!
    grazie del consiglio, complimenti per il blog...piacere di averti conosciuta, a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sapevo che avrei trovato qualche amico coniglio!!!

      Elimina
  2. non conosco l'autore, la trSmissione di nome ma non l'ho mai ascoltata... d'estate la leggerezza è un imperativo. ciao!

    RispondiElimina
  3. Non conosco questo libro, ma mi hai troppo incuriosita :-) Grazie

    RispondiElimina
  4. Per me l'estate è sinonimo di letture "leggere". Grazie per questo spunto e buon we ;D!

    RispondiElimina